3 strategie social per corsi di yoga, efficaci nel 2023

3 strategie social efficaci per vendere i tuoi corsi di yoga online

Sei alla ricerca di strumenti di marketing validi per far decollare la vendita dei tuoi corsi di yoga online? Sei nel posto giusto. Ho individuato per te tre strategie social per corsi di yoga al passo con le tendenze del social media marketing. 

Ti racconterò perché i social sono validi alleati per la promozione della tua attività, quali scegliere per la tua nicchia e quali strategie funzionano davvero per catturare l’attenzione del pubblico e convertirlo in clienti. 

Buona lettura. 

Perché puntare sui social media per lo yoga: i dati italiani del 2024

I social network sono potenti strumenti di divulgazione e promozione della tua offerta nel mondo yoga. Ti permettono di raggiungere un pubblico ampio e, allo stesso tempo, di fidelizzarlo nel tempo. Se stai lavorando alla tua strategia di marketing per i corsi yoga che hai creato, non puoi non prenderli in considerazione. E te lo dimostro con un po’ di numeri.

In Italia ci sono quasi 43 milioni di utenti attivi, quasi due terzi della popolazione totale. Due ore delle loro giornate sono dedicate all’utilizzo dei social media, per svago, per trovare informazioni o per fare ricerche utili a soddisfare specifici bisogni.

Secondo il report Digital 2024 di We Are Social, I social network restano saldi in classifica nella fase di conoscenza dei brand online: circa il 32,9% degli intervistati dichiara di usarli per approfondire informazioni sul business, che incide indirettamente sulla decisione di acquisto. Mentre il 39,6% utilizza i social per fini educativi e di studio.

Il più utilizzato è Whatsapp, seguito da Facebook, Instagram, Messenger e Telegram.

I social media più utilizzati in Italia
I social media più utilizzati in Italia – fonte: wearesocial.com

Perché ho voluto farti questa panoramica? Perché anche se non sei un fan di reel, video, post e stories presenziare almeno un canale social ti aiuterà a farti conoscere dal tuo pubblico di riferimento e ad aumentare le opportunità di vendita online dei tuoi corsi o dei tuoi ritiri yoga. Basta solo trovare il giusto modo per esserci.

Social media marketing per corsi yoga: da dove iniziare

A tal proposito, il primo passo da fare – dopo aver definito la nicchia di persone a cui vuoi proporre i tuoi corsi yoga (quello che io chiamo l’Allievo Yoga Ideale) – è indagare su quali canali social si trova



Per mia esperienza, posso dirti che la platea di persone interessate alla pratica calca la scena di tutti i principali social media: Facebook, Instagram, LinkedIn, TikTok e Youtube in primis. 

Quindi, affianca all’analisi del pubblico di questi social network, anche la tua familiarità e preferenza per un social piuttosto che un altro

Il motivo è semplice: se non ti senti portato a parlare davanti a una telecamera, ti riuscirà difficile, all’inizio, lanciarti su TiktTok o su YouTube. Così come, se non ti senti portato per la scrittura, LinkedIn potrebbe essere più complesso da approcciare. 

Un compromesso tra il pubblico della piattaforma e il sentirti a tuo agio nell’utilizzarla è il modo giusto per scegliere su quale social network promuovere i tuoi corsi yoga, soprattutto se hai poca dimestichezza con la creazione di contenuti online. 

3 strategie social per corsi yoga che ti faranno ottenere risultati

Da Yoga Marketing Coach, conoscono bene le limitazioni che molti insegnanti yoga sentono quando devono comunicarsi. Ma supportarti nella scoperta del digitale fa parte della mia missione, quindi ecco per te tre strategie di social media marketing che funzionano, a prescindere dalla piattaforma che sceglierai.

Costruire una community fedele, che condivide i tuoi valori

Connetterti con i tuoi allievi attuali e con i tuoi potenziali clienti è la strategia di lungo periodo che ti offrirà le maggiori opportunità di vendita. 

Una community è

Un gruppo di persone che si riconosce intorno a una proposta di valore, che condivide un senso di appartenenza, di responsabilità reciproca e che è stimolata da un’organizzazione con cui co-produce valore”. 

Fonte: collaboriamo.org

Tramite i social network hai l’opportunità di far conoscere i valori del tuo business, la tua missione come insegnante yoga, il tuo approccio alla pratica e il modo in cui vuoi far sentire le persone grazie ai tuoi corsi

Chi ti segue si riconoscerà nei messaggi che trasmetti con la tua comunicazione e inizierà a sentirsi “nel posto giusto”, conoscerà persone affini, si sentirà accolto e prenderà più facilmente in considerazione la partecipazione ai tuoi corsi o ai tuoi ritiri yoga. 

I gruppi Facebook sono i luoghi digitali più funzionali a questo scopo, perché ti permettono di filtrare gli iscritti, di costruire un piano editoriale ad hoc per loro e di mostrare i tuoi contenuti a persone già interessate. Oltretutto, l’algoritmo di Facebook premia i post dei gruppi molto più di quelli delle pagine. 

Come creare una community su Facebook? Ecco alcuni passi da seguire se parti da zero.

  1.  Decidi la finalità del gruppo Facebook e il nome

In questa fase è necessaria un’analisi della concorrenza per capire se esistono gruppi simili al tuo, come si propongono e quale nome hanno. 

Una volta fatto, scegli un nome chiaro e rilevante per il tuo Allievo Yoga Ideale, magari contenente parole chiave che può cercare sulla piattaforma. 

Un esempio: Sconfiggi l’ansia con lo yoga

  1. Decidi se vuoi rendere il gruppo Privato o Pubblico

Il gruppo pubblico è ottimo per dare la possibilità a chiunque sia interessato all’argomento che tratti di entrare nel tuo mondo, di seguirti e quindi, potenzialmente, di diventare un tuo allievo.
Il gruppo privato può essere utile per chi ha acquistato già qualcosa da te e per presentare contenuti esclusivi, non disponibili per tutti.

Se la tua finalità è quella di promuovere il tuo corso di yoga online, il gruppo Pubblico è senz’altro la scelta più funzionale. 

  1. Stabilisci le regole del gruppo 

Per una migliore gestione della community, puoi mettere in chiaro le regole di partecipazione al gruppo Facebook. Per esempio le attività concesse e vietate, domande per filtrare gli iscritti in ingresso, un decalogo di buona condotta da rispettare se non si vuole essere espulsi.

  1. Dai un’identità visiva al gruppo

Crea un’immagine da caricare come cover e scrivi la descrizione del gruppo in modo chiaro, per spiegare alle persone cosa possono aspettarsi dal farne parte.

  1. Scegli un URL unico e con parole chiavi rilevanti

Ogni gruppo ha un url (indirizzo univoco) proprio come un sito web. Personalizzalo per renderlo più facilmente memorabile e scovabile nelle ricerche su Facebook

  1. Crea un post di benvenuto 

Il post di benvenuto ha il compito di accogliere i nuovi iscritti e di ricordare le regole basilari del gruppo. Fissalo in evidenza, così non dovrai pubblicarlo ogni volta che arriveranno nuove persone. 

  1. Popola il gruppo di contenuti utili

Prima di rendere pubblico il gruppo, popolalo con contenuti utili, con cui le persone possano interagire una volta iscritte.

  1. Invita costantemente nuove persone nel gruppo

Invita allievi e potenziali clienti a partecipare alle attività del gruppo. Potrai creare con loro un legame forte e duraturo, che ti aiuterà nelle fasi di lancio e di promozione dei tuoi corsi. Ricorda di inserire il link al tuo gruppo Facebook in tutti i punti di contatto con il tuo pubblico: per esempio nei lead magnet, nella newsletter, nella firma della tua e-mail o nelle biografie dei tuoi profili social. 

  1. Progetta un piano editoriale esclusivo per il gruppo

Elabora un piano di contenuti da condividere nei mesi dell’anno, in cui definire gli argomenti di cui parlare, i giorni di pubblicazione, i formati dei post, ecc. 

  1. Promuovi la tua community per farla crescere

Parla della tua community Facebook con le persone che incontri, durante gli eventi, durante i corsi dal vivo oppure online. Il passaparola è un ottimo alleato per farla crescere senza investire in pubblicità. 

Creare risorse gratuite per far conoscere le tue competenze

Offrire gratuitamente contenuti di valore è uno dei modi per farti conoscere e far sperimentare alle persone il tuo approccio nel mondo yoga. 

Esempi di risorse gratuite sono i cosiddetti lead magnet per la promozione dei corsi: video, documenti, e-book gratuiti che vengono forniti agli utenti in cambio di un contatto e-mail da aggiungere alla tua mailing list. 

I social sono un terreno naturale per la loro diffusione: ti permettono di raggiungere nuove persone da introdurre nel tuo funnel di vendita

Di cosa hai bisogno per creare un lead magnet: 

  1. Una pagina di scaricamento della risorsa gratuita, creata appositamente sul tuo sito web, con il tuo e-mail service provider (MailChimp, ConvertKit o MailerUp) o con un servizio specifico (come LeadPages);
  2. una Thank You Page, cioè la pagina che compare dopo la compilazione del form di richiesta. Serve a ringraziare o a dare la possibilità di un download diretto della risorsa;
  3. un’e-mail automatica, che consegni la risorsa via e-mail all’interessato;
  4. un piano di promozione del lead magnet: un post o una storia social che invitino a scaricare la tua risorsa gratuita non bastano. Nel marketing, come nello yoga, premia la costanza. Il tuo invito di accedere alla risorsa creata deve essere ripetuto nel tempo;
  5. infine, una sequenza di 3 o 5 o 7 e-mail automatiche, che seguono lo scaricamento della risorsa. Non è obbligatorio, ma vivamente consigliabile. 


Per approfondire questo punto, richiedi l’accesso alla guida: I BIG FIVE DELLO YOGA MARKETING. Troverai consigli utili a promuovere il tuo corso di yoga online, da mettere subito in pratica. 

Aumenta le vendite del tuo corso yoga online!

    Consenso al trattamento dati personali come da norm. Europea 2016/679

    Rispettiamo la tua privacy: potrai cancellarti in ogni momento e non cederemo mai la tua mail a terzi.


    Tessere collaborazioni con altri professionisti del benessere

    Ultimo, ma non meno importante: collabora con professionisti del tuo settore o di settori affini. Le collaborazioni ti aiutano a raggiungere nuove audience che non sono in competizione diretta con te. 

    Ecco alcuni esempi.

    Se offri un corso di yoga per ridurre l’ansia, puoi cercare gruppi Facebook che affrontano lo stesso problema, ma in un modo diverso, per esempio attraverso l’ayurveda, e accordarvi per uno scambio di visibilità.

    Oppure, puoi organizzare un calendario di dirette su Facebook o Instagram in collaborazione con una psicologa specializzata in disturbi di ansia, per fornire consigli su come affrontarla e gestirla al meglio, attraverso sia la psicoterapia che lo yoga. 

    Ora che conosci le tre strategie più efficaci per promuovere il tuo corso di yoga sui social, non ti resta che metterti a lavoro. Scegli quella che TI risuona di più e testala per valutare i risultati e quale impegno comporta in termini di spesa e di attività da svolgere



    Se hai delle domande sui contenuti dell’articolo, ti aspetto nel mio gruppo Facebook Yoga Marketing per Insegnanti di Yoga

    Qui troverai altri insegnanti yoga che, come te, hanno portato il loro business online e sono alla ricerca di nuovi strumenti e strategie per promuoverlo. 

    Entra_nel_gruppo_yoga_Marketing

    Articoli simili

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *